locomotiva e626

LOCOMOTIVA ELETTRICA gr. E 626 033 F.S

Nel 1927, sulla linea Foggia-Benevento, fu sperimentata per la prima volta la trazione elettrica a corrente continua a 3000 V. Per l’occasione fu progettato un nuovo “locomotore”, l’E.626.

Per la loro versatilità questi rotabili hanno costituito uno dei gruppi più numerosi di locomotive elettriche circolanti sulle FS. Costruiti in 448 unità, furono suddivisi in 4 serie, che si differenziavano per alcuni particolari costruttivi. I 6 motori, uno per asse, sviluppavano una potenza di 1890 kW e consentivano una velocità massima di 95 km/h. Il peso variava dalle 85 alle 97 t, a seconda della serie.

Hanno lavorato sulla rete ininterrottamente sino al 1997. L’E.626.033, appartenente alla 2aserie, è stato costruito nel 1932 dall’OM per la parte meccanica e la carrozzeria e dalla CGE per la parte elettrica. Prima della guerra ha prestato servizio nel Nord-Est d’Italia.

A causa dei danni subiti durante la seconda guerra mondiale, fu ricostruita unificando la cassa a quella della 4ae ultima serie. Negli ultimi anni di esercizio è stato assegnato al Deposito di Foggia, da dove è stato salvato dall’AISAF nel 2002, dopo il suo accantonamento.

locomotore e626

SCHEDA TECNICA

(da C. Pedrazzini, E625-E626, Ermanno Albertelli Editore 1981)

(I dati sono aggiornati al 1.1.1978)

locomotore e626
Menu